REDAZIONE NOICOMUNISTI

Traduzione dal russo di Davide Spagnoli

Il 2 marzo, il gruppo parlamentare del Partito Comunista presso la Duma di Stato ha tenuto una conferenza stampa : “Quando i cannoni parlano, le muse non rimangono in silenzio”. Di fronte ai partecipanti è intervenuto il leader del Partito Comunista, G.A. Zyuganov.

“Voglio ricordare – ha affermato Gennady Zyuganov rivolgendosi al pubblico – che il punto principale del programma del Partito comunista, è di rafforzare i legami tra la Russia, l’Ucraina e la Bielorussia. Non mi stanco di ripetere che solo una unione di Russia, Bielorussia, Ucraina e  Kazakistan è in grado di soddisfare le sfide del XXI secolo e diventare una formazione interstatale efficace. Ci siamo sempre battuti per la pace, e il nostro partito fin dall’inizio, non appena la giunta guidata da un’oligarchia di criminali, banderisti nazisti e servi della CIA ha preso il potere a Kiev, ha detto che si trattava di una minaccia comune a tutti noi, alla nostra fraternità storica. E da questa giunta ci si poteva aspettare qualsiasi cosa”.

“Sono stato in molti punti caldi del mondo – ha detto il leader del Partito comunista. – e conosco la storia di guerre e provocazioni. Ma lo ammetto, non potevo immaginare che la giunta al potere a Kiev avrebbe dato l’ordine di sparare sulle città e sui paesi”.

“Per la bellezza e la qualità della vita – ha inoltre osservato G.A. Zyuganov – Donetsk è seconda solo a Kiev. È una bella città. In epoca sovietica vennero piantate tante rose quanti i suoi abitanti: un milione. La regione di Donetsk è l’unica al mondo in cui ci sono sette impianti siderurgici importanti. Ma in generale nella Novorossjia quasi 350 aziende che operano in questa vasta regione soddisfacevano gli ordini della Federazione russa”.

“In Ucraina, – ha continuato il leader del Partito Comunista – 23 milioni di cittadini hanno sempre considerato il russo la loro lingua madre. Pertanto è stata una completa follia l’emissione di decreti che vietano di lingua russa. Questo è un oltraggio senza precedenti, che in gran parte ha provocato i successivi tragici eventi “.

“Il Donbass – ha detto Gennady Zyuganov – è una terra straordinaria dove sono sempre stati in grado di lavorare, sono stati in grado di fare amicizia e sanno come combattere coraggiosamente. E all’improvviso il tuonare delle esplosioni, hanno cominciato a sparare su delle città silenziose, sulle città, sugli ospedali, sulle scuole. Hanno scatenato una guerra fratricida che lascerà echi pesanti nei cuori di tutti i nostri cittadini “.

G.A. Zyuganov ha detto che il Partito comunista ha deciso di fornire tutta l’assistenza possibile ai compagni del Partito Comunista dell’Ucraina. “Forniamo loro protezione e sostegno. Hanno cercato di mettere fuori legge il Partito Comunista dell’Ucraina, ma perfino i giudici non trovano questo coraggio. Perché sono venuti i rappresentanti delle forze di sinistra di molti paesi in Europa e hanno detto senza mezzi termini: faremo di tutto perché il nazismo e il fascismo in versione Bandera non inneschi la miccia di una nuova guerra “.

“Siamo in Novorossjia, nella Repubbliche di Donetsk e Lugansk a cui abbiamo inviato 28 convogli di alimenti per l’infanzia, medicinali, abbigliamento, elementi per il riscaldamento e molto altro. Abbiamo sostenuto la lotta più giusta ed eroica di chi oggi si è elevato in tutta la sua altezza contro il nazismo, il fascismo e il Banderismo, che sono come un cancro strisciante in Ucraina. Recentemente, parlando in televisione ho detto senza mezzi termini che in Novorossjia non ci sarà un governo con Banderisti, nazisti e fascisti. E qualsiasi persona sana di mente, onesto e coscienzioso, resiste”- ha detto il leader del Partito Comunista.

“Abbiamo accolto un sacco di delegazioni provenienti dalla Novorossjia – ha proseguito Gennady Zyuganov. – I nostri rappresentanti sono andati lì per continuare a lavorare. Il portavoce del Comitato Centrale del Partito Comunista, Alexander Andreevich Yushchenko è appena tornato da Donetsk e Lugansk, dove ha preso parte a due importanti forum. Il nostro saluto ai partecipanti è stato accolto con molto calore.”

Il leader del Partito Comunista ha detto che ora dalla Novorossjia è arrivata a Mosca una delegazione di giovani lavoratori della cultura e dell’arte. Recentemente, là si erano recati i laureati del Centro di studi politici del Comitato Centrale del Partito Comunista. “Sono lieto che oggi i nostri amici si siano uniti a noi. Diamo loro un saluto augurando loro il successo e vi ringrazio per il vostro coraggio e la vostra solidarietà, “- ha detto in conclusione, G.A. Zyuganov.

Pubblicato su noicomunisti.blogspot.it il 5 marzo 2015.

FONTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...