REDAZIONE NOICOMUNISTI

Di Davide Spagnoli

Questi ultimi trent’anni hanno riempito le cronache dei giornali con una serie ininterrotta di scandali legati alle truffe nei confronti della Pubblica amministrazione, con appalti che lievitano a dismisura: l’ultimo in ordine di tempo è l’aumento del 58,75% del costo per l’acquisto dei caccia F-35, tra l’altro, un’ennesima inutile e immorale spesa vista la spinta verso la povertà di milioni d’italiani da parte di un governo di ideologi fanatici di estrema destra composta di “tecnici nell’impoverimento delle nazioni”. Esiste un meccanismo in grado di poter impedire che gli appalti lievitino gravando così ancora di più sulle spalle di chi le tasse le paga? Negli Stati Uniti esiste una legge ad hoc.

abraham_lincoln

 

Il False Claims Act (nota anche come ” Legge Lincoln”) prevede che chi denuncia una frode ai danni dello Stato, ha diritto ad una ricompensa. La legge comprende un “qui tam”, abbreviazione di “Qui tam pro domino rege quam pro se ipso in hac Parte sequitur”, ossia, tradotto, “Colui che si fa parte in causa sia per il re che per sé stesso”, si tratta cioè di una disposizione che permette alle persone che non sono ascrivibili al governo di promuovere azioni per conto del governo stesso (informalmente chiamata “whistleblowing” “la denuncia da parte di un informatore interno”). Le persone che presentano una denuncia ai sensi del False Claims Act ricevono una parte, di solito tra il 15 e il 25%, degli eventuali danni recuperati. Il campo d’azione del False Claims Act in genere riguarda l’assistenza sanitaria, la difesa, o altri programmi di spesa pubblica; in cima a questo elenco troviamo le più grandi corporation farmaceutiche. Tra il 1987 ed il 2008, grazie al False Claims Act, il governo ha recuperato circa 22 miliardi di dollari.

Il recupero grazie al False Claims Act è raddoppiato in un anno, arrivando a 9 miliardi di dollari.

http://www.corporatecrimereporter.com/news/200/falseclaimsactrecoveries10102012/

 Nell’anno fiscale 2012, i casi giudiziari federali e statali compresi nel False Claims Act hanno permesso al governo di recuperare 9 miliardi di dollari: si tratta di un primato, dato che si sono raddoppiati i 4 miliardi di dollari recuperati anno scorso.

I 9 miliardi di dollari sono costituiti da sanzioni penali, nonché da alcune grosse transazioni da parte degli stati sotto l’egida del False Claims Act settlements, inclusi gli oltre 300 milioni di dollari recuperati dallo Stato della California in un singolo

caso di truffa sanitaria ai danni del Medicaid Health Maintenance Organization (HMO). [NDT: Medicaid managed care prevede l’erogazione di benefici per la salute e servizi aggiuntivi attraverso un accordo tra un’agenzia Medicaid statale e organizzazioni che accettano un pagamento con “quota capitaria” – per questi servizi. Quindi, nel caso citato, si tratta di una truffa della sanità…tutto il mondo è paese…]

L’anno fiscale 2012 ha visto un incremento dei recuperi grazie ai vari False Claims Act di cui si sono dotati gli stati sul modello di quello federale, ed alle maggiori pene pecuniarie connesse con i più grandi casi federali di frodi ricadenti sotto il FalseClaims Act.

 “Taxpayers Against Fraud” [NDT: “Contribuenti contro la frode”, organizzazione no-profit votata a combattere le frodi contro il governo e la protezione delle risorse pubbliche http://www.taf.org/ ]  ha oggi rilasciato una relazione che documenta i 30 più gravi casi del 2012 

Le quattro frodi più grandi sono state quelle di:

  • GlaxoSmithKline (3 miliardi di dollari),
  • Abbot Laboratories 1,5 miliardi di dollari),
  • Bank of America (1 miliardo di dollari),
  • Merck (950 milioni di dollari).

Delle 30 più grandi frodi 28 sono relative a whistleblower, cioè a denunce fatte da persone a conoscenza dei fatti ma non ascrivibili al governo.

Il responsabile della comunicazione di Taxpayer Against Fraud, Patrick Burns, ha attribuito il raddoppio dei casi alle frodi compiute dalle più grandi corporation farmaceutiche e da “interi nuovi filoni” di casi di False Claims Act, comprese le truffe bancarie e quelle sui mutui.

Burns ha aggiunto che probabilmente nell’anno fiscale 2013 non ci sarà il raddoppio dei 9 miliardi di dollari di quest’anno, anche se già 3,5 miliardi di dollari “sono poco lontani.”

elencotop30frodifca_0011

elencotop30frodifca_002

elencotop30frodifca_003

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...