REDAZIONE NOICOMUNISTI

Di GPD

FONTE

Traduzione di Guido Fontana Ros

58340

Le notizie circa lo schieramento di un sistema di difesa missilistica USA in Europa ha generato molte voci e discussioni. Com’è possibile intercettare un missile nucleare balistico che piomba sulle nostre teste dallo spazio?

 

 

Il vice ministro della difesa russo, colonnello generale Oleg Ostapenko, ha recentemente dichiarato che la Russia  sta sviluppando nuove armi  per contrastare le testate dei missili di un potenziale nemico. Secondo lui, queste armi sarebbero in grado di sostituire il sistema di difesa missilistica di Mosca e integrare in modo significativo la difesa del resto del paese.

Il funzionario ovviamente ha parlato di sistemi missilistici S-500  e della modernizzazione del sistema A-235 di difesa missilistica di Mosca. Tuttavia, si può anche presumere che la Russia stia costruendo un “ombrello missilistico”, non solo intorno a Mosca, ma anche su molti siti importanti nel resto della Federazione russa.

Tecnicamente si parla di un’arma che lancia 40.000 bombette nella direzione del bersaglio ad una velocità di 1.800 metri al secondo. Un colpo del genere crea così una “nuvola di ferro” ad una quota vicina al bersaglio. Se una testata viene a trova in una nuvola del genere, verrà distrutta immediatamente. Si accredita la nuova arma della capacità di proteggere siti di importanza strategica: silos per missili balistici, centri di comando e controllo e nodi di comunicazioni.

Questo porta in primo piano il trattato anti-missili balistici dal 26 maggio 1972. Il trattato è stato firmato a Mosca dal segretario generale del Comitato centrale del PCUS Leonid Brezhnev e il presidente degli Stati Uniti Richard Nixon. L’accordo è entrato in vigore il 3 ottobre 1972. Il trattato è stato concluso per una durata indefinita e ogni parte si può ritirare da unilateralmente. In conformità con il trattato ABM, l’Unione Sovietica e gli Stati Uniti si sono impegnati ad avere solo due complessi missilistici di grandi dimensioni sul loro territorio, ogni 150 km con non più di 100 lanciatori. Nel mese di luglio del 1974, le parti hanno firmato un protocollo aggiuntivo all’accordo, in base al quale essi potrebbero avere una sola di queste aree: o intorno alla capitale o vicino ai silos ICBM . L’URSS quindi proteggeva Mosca e gli Stati Uniti la zona di Grand Forks. Tuttavia, nel 2002, gli Stati Uniti hanno scelto di ritirarsi dal trattato che ha cessato di funzionare come un accordo bilaterale.

L’organizzazione della difesa aerea richiede uno sforzo tecnologico molto complesso. I moderni missili balistici portano non solo una, ma più testate. Ci sono anche missili esca che inviano falsi segnali che appaiono veri alle stazioni radar. Ci sono bersagli leggeri e pesanti, ma anche un bersaglio pesante può essere fasullo. I missili spesso possono essere dotati di sistemi di disturbo e di una tecnologia che li rende estremamente maneggevoli. In breve è più facile uccidere un uccello con un paio di sassate che intercettare un ICBM sulla via verso il suo obiettivo.

Inoltre la difesa missilistica strategica, anche se si chiama strategica, è stata originariamente progettata per difendere solo contro un attacco missilistico balistico limitato. Un sistema di difesa missilistica strategica non può intercettare tutti i missili che hanno la Russia e gli Stati Uniti. In futuro, sarà impossibile intercettare tutti i missili nemici, anche con l’aiuto delle difese missilistiche USA in Europa.

Ci sono diversi tipi di intercettazione dei missili balistici . Può essere possibile intercettare un missile poco dopo il decollo, quando rapidamente sta guadagnando altitudine. Guidare un missile intercettore verso un bersaglio così cospicuo e facilmente vulnerabile non è troppo impegnativo. Questo è anche vantaggioso, perché la distruzione del missile porta alla distruzione di tutte le sue testate e dei suoi congegni di inganno. Tuttavia, il tempo di accelerazione di un missile richiede solo 60-110 secondi. Questo è il tempo, durante il quale si suppone che un intercettore possa  rintracciare il bersaglio e distruggerlo.

Si deve anche capire che i missili balistici sono solitamente lanciati dai territori interni e sono protetti in maniera affidabile. Va da sé che è impossibile schierare missili intercettori da qualche parte vicino ai missili balistici.

Gli Stati Uniti hanno usato, per intimidire la dirigenza sovietica, la possibilità di schierare intercettori nello spazio in grado di abbattere i missili durante il decollo. Si tratta del famigerato Strategic Defensive Initiative che aveva lo scopo  di combinare le unità terrestri con piattaforme di implementazione orbitali per proteggere gli Stati Uniti da attacchi missilistici. Tutti i laser nucleari e chimici necessari non si sono mai concretizzati. Anche se gli americani avessero costruito un tale sistema, non avrebbero mai potuto inviare tutti i suoi componenti nello spazio. Per raggiungere l’obiettivo, gli Stati Uniti avrebbero dovuto inviare 400-600 navicelle spaziali in orbita. Ogni shuttle usato fa un foro largo 400 km nello strato di ozono. Così il lancio delle navette avrebbe distrutto del tutto lo strato di ozono del pianeta.

Si può intercettare un missile a metà strada, al di fuori dell’atmosfera terrestre, dove tutte le testate si separano dal missile e volano verso gli obiettivi per inerzia. Questa opzione dà più tempo: da 20 a 40 minuti; questo metodo è preferibile, ma le testate sono piccole e non servono come fonte di segnale radar. Come si può determinare quale di loro sia vera e quale fasulla?

Così, si dà il caso che i missili dispiegati lungo i confini occidentali della Russia potrebbe tecnicamente intercettare i missili russi in volo verso il Regno Unito, la Francia e l’Oceano Atlantico.

Infine, è possibile intercettare le testate di sopra del proprio territorio, mentre sono già sulla strada verso il bersaglio. L’efficacia dei sistemi di tracciamento radar aumenta nel caso di questa opzione e i missili intercettori sono più economici. Tuttavia, il tempo di intercettazione è limitata a meno di un minuto. In ultimo, se una testata colpisce il bersaglio, tutti gli sforzi per intercettare le altre saranno sprecati.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...