REDAZIONE NOICOMUNISTI

Di Guido Fontana Ros

L’immagine di testata esemplifica quello che viene creduto dal gran pubblico ancora oggi: i Processi di Mosca furono una farsa creata da Stalin per eliminare gli avversari nella lotta per il potere assoluto.

Non è assolutamente così, la verità storica è ben altra.

Ne abbiamo parlato spesso su queste pagine e ne parleremo ancora.

Presentiamo un eccellente studio sul caso di Valentin Olberg, accusato di esser entrato in URSS  con un falso passaporto per organizzare l’assassinio del compagno Stalin su ordine di  Trotskij.

Naturalmente per la vulgata anticomunista diffusa in primis dai trotzkisti, Valentin Olberg non è nient’altro che un agente provocatore sovietico.

La realtà è ben diversa.

Leggetelo e diffondetelo.

Il caso Olberg e la collaborazione tattica tra Trotskij e i nazisti   Il 19 agosto del 1936 si aprì a Mosca il primo processo pubblico contro una serie di importanti personaggi pubblici soviet…

Sorgente: Il caso Olberg e la collaborazione tattica tra Trotskij e i nazisti

Annunci

8 pensieri su “Il caso Olberg e la collaborazione tattica tra Trotskij e i nazisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...